venerdì 14 gennaio 2011

QUARK FATTO IN CASA


Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome: 24012009051.jpg
Visite: 1381
Dimensione: 20.4 KB
ID: 34582


Il quark è un formaggio tipico tedesco, ha un sapore un pò acidulo e viene usato principalmente per fare una torta meravigliosa che  si chiama cheese kuchen, naturalmente è ottimo anche da mangiare così oppure nelle insalate....Il segreto della riuscita di questo formaggio è dato dal latte, infatti maggiore sarà la pecentuale di grasso e maggiore sarà la bontà di questo formaggio, anche se ci sono dei quark  fatti con una percentuale di grasso minore...nel caso non disponeste di latte appena munto va benissimo anche quello dei supermercati l'importante che vi sia la dicitura "ALTA QUALITA'"... vi posso garantire che è uguale a quello originale e l'idea di produrlo è dato dalla mancata possibilità di poterlo reperire in qualche negozio, inoltre ho la "fortuna" di lavorare in un caseificio, e questo mi permette di poter usare il loro latte che viene prodotto anzi munto direttamente dalle loro mucche, tenete conto che per produrre circa 300g di quark ci vorranno almeno 1 litro di latte...come vi dicevo prima (*) a  seconda della quantita’ di grassi, varia il tipo di quark secondo la seguente classificazione:
Sahnequark: 1 parte panna e 4 parti di latte
Quark: latte intero

Magerquark: latte con 1-2% di grassi

Per la preparazione occorreranno circa 24 ore per la fermentazione più il tempo necessario per scolare il siero...

INGREDIENTI PER 300G DI QUARK:
1 l latte fresco (*)
250 g latticello (buttermilk), si ottiene montando a neve la crema di latte detto comunemente panna fresca da frigorifero finchè non si scissa creando una massa dura e giallina che sarà il burro e una liquida biancastra che sarà il latticello...


PROCEDIMENTO:
Portate il latte ad una temperatura di circa 30° usate un termometro,
Nome: 14042009121.jpg
Visite: 1203
Dimensione: 4.9 KB

versatevi dentro il latticello e girate accuratamente
Nome: 14042009122.jpg
Visite: 1199
Dimensione: 4.3 KB
coprite e lasciare riposare per 24 ore...io solitamente uso una pentola a pressione e vi metto sopra il coperchio,

 Nome: 14042009123.jpg
Visite: 1198
Dimensione: 7.2 KB
avvolgo la pentola in una coperta di lana
Nome: 14042009126.jpg
Visite: 1195
Dimensione: 5.1 KB
e lo lascio stare lì per il tempo richiesto... trascorso le 24 ore apro la mia pentola a pressione a vista d'occhio sembrerebbe non essere avvenuto nulla ed invece c'è stata una separazione del formaggio dal siero, a questo punto prendete una grande ciotola ponetevi dentro uno strofinaccio abbastanza capiente (IO HO USATO UNA FEDERA BIANCA DI UN CUSCINO APERTA ED USO SOLO PER QUESTO FORMAGGIO)
Nome: 15042009128.jpg
Visite: 1193
Dimensione: 3.7 KB

VERSATEVI DENTRO CON DELICATEZZA IL FORMAGGIO, PRENDETE GLI ANGOLI CHIUDETE A MO DI FAGOTTO

 Nome: 15042009131.jpg
Visite: 1196
Dimensione: 3.4 KB
E APPENDETELO A SCORRERE SOPRA IL LAVANDINO, RICORDANDOVI DI NON TOGLIERE LA CIOTOLA SOTTO,

Nome: 29042009154.jpg
Visite: 1205
Dimensione: 9.7 KB
Nome: 15042009129.jpg
Visite: 1191
Dimensione: 4.2 KB
questo perchè il siero che elimina vi servirà per le produzioni successive, il siero si può congelare tranquillamente....allora dopo averlo appeso lasciatelo scorrere per tutta la notte così avrete un formaggio più asciutto e ora è pronto all'uso...il siero raccolto ponetelo in una bottiglia di plastica e congelatela se non ne fate altro, la volta successiva lo userete come starter e ne userete solo 1 bicchiere su un litro di latte.

1 commento:

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.