mercoledì 1 giugno 2011

CIALDA PER CONO GELATO SENZA UOVA E LATTE

Stamattina avevo voglia di pasticciare, ma onestamente dover usare sempre le uova non va bene, visto che avevo già fatto questa cialda in versione normale, ho voluto esperimentare senza l'uso dell'uovo e riducendo ancora la quantità di zucchero, beh onestamente se quelle che avevo fatto in versione quasi originale erano ottime, vi posso garantire che quest'ultime sono davvero insuperabili, non solo a livello di fragranza, ma soprattutto il gusto è secondo me uguale al cono dell'ALGIDA...... vi garantisco che sono talmente friabili che devono essere maneggiati con cura, come se avestre tra le mani un bicchiere di cristallo ^_^.
Non vi nascondo che ora vorrei provare la versione senza glutine e senza uova...sarebbe per me un'altra ricetta da dedicare a Laura, la figlia della mia migliore amica. Monicaaaaaaaa dai che ci riusciròòò!!!!!

INGREDIENTI:
250g di farina 00
125g di margarina vegetale senza lattosio
250 g di acqua calda
130g di zucchero grezzo di canna
1 cucchiaio di cacao amaro

PROCEDIMENTO:


In una ciotola sbattete la margarina fusa con l'acqua e lo zucchero, aggiungeteci il cacao e mescolate bene ed infine versatevi la farina, mescolate ottenendo un impasto liscio, omogeneo e fluido....


Scaldate la piastra per i coni gelato, ungetela, e appena avrà raggiunto la temperatura giusta versatevi circa 2 cucchiai di impasto....lasciate cuocere per circa 2 minuti...(scusate le foto scure :-( ! )

quando la cialda è pronta siate veloci ed arrotolatela sul rullo dato in dotazione.


 Per ottenere un cono con il foro finale ben chiuso, cercate di appoggiare il rullo con la punta verso il centro della cialda e poi iniziate ad arrotolare...

eccolo perfetto e senza il buco in fondo al cono...
con lo stesso impasto potete creare anche altre forme tra cui il cestino oppure usando uno stampo da cannolo piccolo dandogli la classica forma a sigaretta.



Per il cestino ho usato questa  forma da budino...


 ho preso la sfoglia della cialda e l'ho inserita a velocità lampo all'interno dello stampo dandogli la sua forma...


pochi secondi dopo la cialda è già bella dura e croccante...


Una volta raffreddati li conservo in una scatola di latta...la durata precisa non la so in quanto tempo 3 giorni sono finiti, ma so che se conservati bene durano a lungo.
























3 commenti:

  1. Ciao è da un pò che non passo date!
    Tutto ok?
    Queste ricette sono sempre utili perché potrebbe capitare un commensale o in questo caso un bimbo intollerante!
    A presto : )

    RispondiElimina
  2. Ciao Claudia, bella ricetta....volevo chiederti se le cialde rimangono croccanti o si afflosciano? Posso farle 2/3 ore prima e riempirle al momento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marica, intanto grazie per esserti aggiunta al mio blog...BENVENUTA...
      per quanto riguarda i coni certo che puoi farli prima, io sono riuscita a conservarli anche per una settimana in un contenitore metallico ben chiuso, hai presente quello dei biscotti? altrimenti anche in un contenitore di plastica con un buon coperchio, ciò che conta è che non prendono aria e che siano ben freddi prima di essere chiusi....Oltre una settimana non saprei, non sono mai arrivati oltre :D...

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.